Report Co-Produzioni

27/11/2017

 Da Michele:

Cari amici
Qui tutto bene, spero anche per ognuno di voi.

Sono molto contento di comunicarvi che il progetto di Co-Produzioni in cui avete creduto si è concretizzato con impianti realizzati e pulcini felici, oggi galline. Vi comunico che da questo momento in poi uno dei co-produttori, Mario Cutuli, che alcuni di voi hanno già conosciuto si è proposto di fare da referente del progetto, per cui le comunicazioni relative all’andamento dei frutteti verranno coordinate da lui, a partire da questa 

Un aspetto di questa operazione che mi piace tantissimo è come il finanziamento relativo ad ogni impianto non è uguale tra i co-produttori. Per essere più chiaro basta dividere il finanziamento ricevuto per il numero di piante impiantate per verificare che singolarmente la forbice del costo unitario è molto ampia. E questo è molto bello. Questo per me è vera economia solidale. I “prezziari” che la comunità Europea utilizza per finanziare progetti sono fatti su una media, che non si cura delle necessità-particolarità dei singoli. Questo progetto è prova concreta di come se si avvicinano le parti tra produzione e consumo si possa rispondere ad esigenze reali di entrambe le parti, dove la conoscenza reciproca è la base per la solidità delle relazioni.

Grazie per avermi permesso di costruire con voi questo meraviglioso “esperimento”, ancora mi riesce difficile credere sia successo davvero.

Mico

 

Da Mario Cutuli:

Vi aggiorniamo sullo stato attuale dei lavori effettuati riguardanti gli impianti di avocadi presso le aziende che hanno partecipato alle coproduzioni.
Le piante sono state comprate presso due vivai, uno a Milazzo (vivai Catania ) in provincia di Messina ed un altro a Nunziata ( vivaio Nicotra ) in provincia di Catania.
Si è preferito fare cosi in modo da poter fare una comparazione sulla qualità delle piante anche in vista di futuri acquisti.
A questo proposito informo le associazioni partecipanti al progetto che anche altre aziende socie del consorzio hanno impiantato circa 250 piante di avocado non rientranti nelle coproduzioni. Roberto li Calzi ad esempio ha impiantato circa 100 piante.

Le piante sono di tre varietà, Hass, Bacon e fuerte. Le bacon e fuerte sono state impiantate in numero molto inferiore rispetto all'Hass per avere un po di avocadi in anticipo e soprattutto come  impollinatori.

Le aziende partecipanti hanno già provveduto a mettere a dimora le piante acquistate e dotarle di impianto irriguo fatta eccezione dell'azienda di Paolo Costa.
Paolo Costa ha già messo a dimora il 50% delle piante acquistate, ma non ha avuto accesso all'anticipazione delle coproduzioni. La somma che verrà anticipata è ancora depositata presso il conto del consorzio che provvederà ad erogarlo nel momento in cui il Costa risolverà un problema burocratico riguardante la ragione sociale della sua ditta.

Il 20 Novembre ho visitato le aziende in questione ed ho anche provveduto a fare delle foto esaustive che verranno allegate a questa relazione, comprensiva di dettaglio spese.

  • Logistica e coordinamento del referente alle coproduzioni, Michele Russo, 2.112,00 €

Aziende partecipanti

  • Azienda “il Bagolaro” di Diego Bongiovanni e Cinzia Managò
    Hanno impiantato 250 piante cosi suddivise:
    150 hass, 50 bacon e 50 fuerte.
    Sono già state dotate di impianto di irrigazione a goccia.
    Totale spesa: 25.960,00 € interamente anticipati.


  • Azienda Cesare Melfa
    Azienda agricola “don Cecè” di Cesare Melfa
    Ha impiantato 61 piante così suddivise:
    51 hass, 5 bacon e 5 hettinger
    Sono dotate di impianto di irrigazione tradizionale detto a “saia”, ma a breve saranno dotate di impianto a pioggia.
    Totale spesa: Euro 7.000,00 interamente anticipati.


  • Azienda agricola “Contradacoste” di Francesco Morabito
    Ha impiantato 55 piante così suddivise:
    38 hass, 2 fuerte e 15 bacon.
    Sono già dotate di impianto a goccia.
    Totale spesa: Euro 8.000,00 interamente anticipati.


  • Azienda agricola di Mario Cutuli
    ha impiantato 50 piante cosi suddivise:
    40 hass, 5 bacon e 5 fuerte.
    Sono già dotate di impianto irriguo a pioggia.
    In azienda erano già presenti altre 60 piante di avocado messe a dimore ad aprile 2016 così suddivise: 50 hass e 10 bacon.
    Totale spesa: 2500,00 euro interamente anticipati.









  • Azienda agricola “sotto i pini” di Paolo Costa
    Ha già provveduto alla pulizia del terreno, ha comprato 220 piante cosi ripartite:
    160 hass, 40 bacon e 20 fuerte, ed ha messo a dimora già 100 piante.
    Tutte le spese sono state ad oggi anticipate dal socio.
    Totale spesa che sarà anticipata: Euro 22320,00.

Nota:

Da contratto firmato è stato preso l'impegno di aggiornarvi trimestralmente sullo stato attuale degli impianti.
Si era pensato di effettuare un'altro aggiornamento fra tre mesi e poi fare delle relazioni semestrali.
Questo perchè lo stato di crescita delle piante è lento e avreste aggiornamenti che sarebbero uguali. Questo però non toglie che le associazioni partecipanti sarebbero tempestivamente informate in caso di anomalie o fatti eccezionali quali quelli climatici.
Chi volesse maggiori chiarimenti o informazioni sulla coltivazione degli avocadi può tranquillamente richiederle e noi saremo pronti a rispondere.

Un grazie da tutti i produttori partecipanti al progetto.

Mario Cutuli